OSTEOPATIA ED ESTETICA...MA PERCHE'?

January 4, 2016

 

Quando immagini un osteopata cosa ti viene in mente?


Scommetto che visualizzi un personaggio in camice bianco o verdone azzurrino, simile ad un dottore che ti afferra tra le mani e ti fa scrocchiare tutte le ossa dalla testa ai piedi. 

 

Diciamo una specie di tira ossa, sciogli muscoli, scavallatore di nervi, ma col camice professionale. Giusto? Ti torna un po' come descrizione?

 

Devo dirti la verità, l'osteopata e l'osteopatia sono molto lontani da tutto ciò...ma se tu la vedi così, la colpa non è tua. 


L'immagine di questa disciplina è stata purtroppo manipolata e deviata nel tempo da quello che è il suo scopo originale...e ti confesso che anche io la vedevo così prima di cominciare a studiare e a conoscerla veramente per quello che è.

 

Innanzitutto ti chiarisco subito due punti fondamentali :

 

L'OSTEOPATA NON E' UN DOTTORE

 

L'OSTEOPATA NON E' UN FISIOTERAPISTA

 

Naturalmente potrebbe esserlo...molti dottori oggi integrano la medicina tradizionale con discipline olistiche come l'osteopatia, la naturopatia, l'omeopatia, l'agopuntura, poiché verificano sempre più spesso la validità di questo tipo di approccio anche nella cura di problematiche patologiche.

 

Questa integrazione è un bene e sono assolutamente favorevole, ma nel tempo ha distolto l'attenzione dal principio primo che accomuna un po' tutte le medicine alternative, che è quello della prevenzione...le discipline olistiche in realtà nascono come sistemi di autocura incentrati principalmente sulla prevenzione delle patologie.

 

Insomma la frase PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE sarebbe lo slogan ideale della medicina alternativa, cioè che dovrebbe aiutarci a: mantenerci sani nel tempo, o per lo meno metterci nelle migliori condizioni per affrontare le intemperie della vita, sia a livello fisco che mentale.

 

Il termine osteopatia deriva dall’unione di due parole di origine greca: “osteon”, ovvero “osso”, e “pathos”, ovvero “sofferenza”, anche se alcune fonti citano all’origine l’inserimento della parola inglese “path” ovvero “via”, “sentiero”, cioè la via dell’osso.

 

L’osteopatia viene inquadrata come lo studio e l’analisi delle disfunzioni di carattere strutturale, viscerale, neurovegetativo e cranio-sacrale che, avendo origine funzionale, danno vita a quella che si definisce “lesione osteopatica”. Queste disfunzioni generano restrizioni di mobilità in zone differenti del corpo e possono creare ripercussioni a livello dell’intero apparato muscolo-scheletrico dell’individuo, nonché interagire negativamente con il sistema viscerale e neurologico. Tali scompensi possono originare un disallineamento della postura e la nascita di tensioni di natura miofasciale.

 

In parole povere, dopo anni di studio e pratica posso affermare che la salute è movimento, adattamento, plasticità, ma ci sono delle situazioni che non sempre sono patologiche, ma vengono inidcate come funzionali, per cui il corpo perde queste ideali mobilità, e si blocca, in maniera più o meno evidente, più o meno dolorosa, più o meno grave...questi "blocchi" si ripercuotono su tutto il tuo corpo: le ossa, i muscoli, i visceri, il sistema nervoso e anche sui tuoi stati emozionali.

 

Volevo farti l'esempio del raffreddore, ma è già una malattia, basta molto meno...ti è mai capitato di avere una vescica sul più piccolo dito di un piede?

 

Ipotizziamo una bella vescica sul mignolo del piede destro. 


Una fastidiosa, bruciante maledetta vescica, che ti tormenta proprio il giorno in cui hai deciso di fare shopping pazzo per tutta la città. 
Ogni volta che devi appoggiare il piede a terra tutto il tuo corpo cerca di adattarsi, di modificarsi per farti provare il minor dolore possibile...e allora cominci a tirare le dita dei piedi nella scarpa, perché il mignolo non continui ad ogni passo a sfregare sul bordo.

 

Tutta questa tensione ad un certo punto dal piede sale alla caviglia e ad ogni passo anche i polpacci cominciano farti male. Vorresti sederti e toglierti le scarpe ma non puoi, ti arrabbi e diventi insofferente con tutti...odi la commessa del negozio che ti fa aspettare un'ora in piedi, non ti piace niente di quello che ti porta e alla fine non ti fa nemmeno lo sconto! 


Anche il tuo umore comincia a risentire di questa vescica maledetta.

 

Ma non è finita, imperterrita continui a camminare perché non avrai più tempo di fare acquisti fino al mese prossimo e allora cerchi di appoggiare il piede sempre meno ed a un certo punto ti accorgi di zoppicare, senti delle piccole fitte in fondo alla schiena e sei sempre più stanca e incazzata.

 

Sembra assurdo no? Eppure è così che succede sempre, tutti i giorni all'estero e all'interno del nostro corpo. Dal muscolo più grande alla più piccola cellullina, tutto funziona così e tutto è collegato. Situazioni di disagio più o meno gravi, della maggior parte non te ne accorgi nemmeno perché il tuo corpo continuamente si adatta, si sostiene si ripara senza problemi, ma solo se tutto funziona e tutto si muove correttamente, SE TUTTO E' IN EQUILIBRIO.

 

L'osteopatia cerca di mantenere questo equilibrio attraverso la mobilità dei tessuti: mobilizzando articolazioni, muscoli e visceri mira a riportare il corpo nelle condizioni ideali per auto guarirsi e rigenerarsi in maniera naturale.

 

Una struttura equilibrata, come un caldaia ben pulita, consuma meno energia, invecchia più lentamente, si rompe più difficilmente, si ripara più velocemente.

Così l'osteopatia nell'ambito di un lavoro estetico e di ricerca di benessere.

Per questo ho scelto di studiarla e applicarla al mio lavoro. 


I vantaggi che ottengo?

 

1. Reale e visibile stato di benessere dei miei clienti;


2. Maggior risultati in tempi più brevi: se il tuo corpo è ben preparato risponde in modo ottimale ai trattamenti. 

 

Nel mio ambito ho inoltre scelto di utilizzare esclusivamente tecniche dolci, miotensive e fasciali uniti ad un lavoro attivo di allungamento e tonificazione muscolare guidata. Niente "Crick Crock Crack"...per intenderci.

 

Spero in questo modo di aver sciolto alcuni tuoi dubbi, credenze e magari anche timori riguardo all'osteopatia e del perché è parte integrante e fondamentale del mio metodo Ringiovanimento Naturale Veloce.

 

Perché la bellezza prima di tutto è prevenzione, equilibrio e salute. 

 

Ciao!

 

Silvia.

Please reload

TUTTI GLI ARTICOLI

PELLE IMPURA...NON SONO SOLO BRUFOLI

March 14, 2018

1/10
Please reload

CENTRO DI RINGIOVANIMENTO NATURALE

 Via Gramsci 5, Pisogne BS

P.I. 03661030985

C.F. CFFSLV75L66B149J

0364 86737

info@rinavel.it

  • Facebook Social Icon